18

“Chi trova un amico trova un tesoro.”
Della verità di questo celebre adagio ce ne rendiamo conto soprattutto quando soffriamo, perché la presenza di un amico ha il potere di rendere quei momenti più sopportabili.
Una persona fidata è l’ancora alla quale aggrapparsi quando tutto sembra colare a picco intorno a noi.
Basti pensare alla fine di una storia d’amore, come quella raccontata con disarmante lealtà da Anita Docile in “A volte mi calmo”.
Quando la vita sembra perdere senso e capovolgersi, quando la quotidianità si trasforma in una stilettata continua di ricordi, l’affetto di una persona cara diventa una risorsa reale per ritrovare l’orientamento.
Sopravvivere alla fine di una relazione amorosa è un percorso che può iniziare con il supporto di un amico, ma che bisogna proseguire da soli, affidandosi a una robusta, solida tenerezza per se stessi, accompagnata da buonsenso e un pizzico di ironia.
Come spiega saggiamente Anita Docile in “A volte mi calmo”:
“Non sono così asociale
come dicevi tu.
Infatti
parlo continuamente
tra me e me.”

Lascia un commento

Condividi:

Gli ultimi POST

Le rubriche

Mondo Pop
Donne
come noi
La bottega
delle parole
Parola
d'autore
A voce
alta

Resta aggiornato


    [anr_nocaptcha g-recaptcha-response]

    Instagram feed

    Promo Speciale

    Spedizione Gratuita

    Shopper IN OMAGGIO