27

È così che inizia il capitolo “Al di là degli alberi e dei sentieri” di “La turista italiana”, un romanzo scritto da Maria Tina Bruno e pubblicato da Pop Edizioni.
Quel che sta accadendo tra i due, ossia tra la protagonista del romanzo, donna milanese rimasta troppo a lungo sola dopo l’improvvisa scomparsa dal compagno, e una guida greca, noto “sciupafemmine” locale, è antico come il mondo e si chiama amore.
Tra loro due sta nascendo un sentimento, rapido e inatteso da entrambe le parti, nonostante siano due personaggi apparentemente inconciliabili, che forse riusciranno a rendere non solo compatibili ma addirittura complementari le loro diversità.
Claudia è una donna imperfetta, fragile, ferita, ma anche molto divertente, a tratti goffa, qualche volta ispida. E sono proprio queste componenti a creare l’umanità di un personaggio e gli intrecci di una storia che, una volta conclusa la lettura, faticherete a dimenticare.
Perché come scrive l’autrice nel prologo:
“Claudia e Alekos – come i nomi stessi suggeriscono – sono una donna e un uomo e dunque non hanno nulla in comune, a parte il fatto di trovarsi in un giorno di agosto nello stesso luogo, nello stesso momento: Creta”.

Lascia un commento

Condividi:

Gli ultimi POST

Le rubriche

Mondo Pop
Donne
come noi
La bottega
delle parole
Parola
d'autore
A voce
alta

Resta aggiornato


    [anr_nocaptcha g-recaptcha-response]

    Instagram feed

    Promo Speciale

    Spedizione Gratuita

    Shopper IN OMAGGIO