224

Qualche anno fa abbiamo deciso di creare questa rubrica interamente dedicata alle parole proprio per riflettere insieme sugli aspetti straordinariamente piacevoli e infidi della scrittura, prendendo spunto dall’esperienza di chi questo mestiere lo conosce bene.
La frase di Thomas Mann, “Lo scrittore è un uomo che più di chiunque altro ha difficoltà a scrivere”, a una prima rapida lettura potrebbe sembrare un controsenso, ma non lo è.
Se scrivere vi risulta istintivo e immediato, se le parole riempiono la pagina con facilità, se i pensieri si dispongono sul foglio con naturalezza, senza scontrarsi uno con l’altro drammaticamente, forse non vi è abbastanza chiaro che cosa volete raccontare, a chi e perché.
Diffidate sempre di tutto ciò che non richiede sforzo, che sgorga naturale come acqua di sorgente, che appare fin da subito limpido e inequivocabile.
Il peggior tranello per uno scrittore è abbandonarsi con fiducia al flusso della propria ispirazione.
Se non vi sforzate di scavare ben al di sotto dei pensieri suggestivi e delle prime impressioni il risultato non potrà che essere scadente e avvilente.
(Pensierino del giorno per lettori e scrittori: se vi piace questa rubrica, vi piaceranno anche i libri che pubblichiamo. Venite a trovarci sul sito popedizioni.it)
(Pensierino della notte: bisogna scrivere tanto, ogni giorno, e leggere molto di più.)
Siamo una casa editrice NON A PAGAMENTO, perciò investiamo i nostri soldi, lavoro e competenze solo per pubblicare libri di cui ci innamoriamo. Se siete degli scrittori meravigliosi, potete inviare i vostri testi, in formato word o pdf, a pubblicazione@popedizioni.it Ma prima rileggeteli, valutateli e correggeteli con onestà, generosità e rigore. E ricordate che i refusi non sono una disattenzione, sono una perversione. Grazie.

Lascia un commento

Condividi:

Gli ultimi POST

Le rubriche

Mondo Pop
Donne
come noi
La bottega
delle parole
Parola
d'autore
A voce
alta

Resta aggiornato

Instagram feed