62

 

Ho deciso: per il resto della vita sarò molto, molto antipatica.
È successo due mesi fa, di mattina, mentre mi stavo lavando i denti: sai quando per lavarli meglio fai una specie di sorriso?  Mi sono trovata inquietante, e tuttavia così simile alla persona che cercavo ogni giorno nello specchio, che tentava di apparire più gentile, più simpatica, più socievole. Ho sentito all’improvviso tutta la tensione, lo sforzo dietro quella mia espressione forzata. E lì mi sono detta: basta, via questa maschera. E ho sfrattato, sputando, quel genio della lampada che mi ha governato per troppo tempo.
Fine: esaurita la pazienza per i seccatori e le seccatrici, per chi abusa del mio tempo e delle mie forze, per le obiezioni ininterrotte di chi si sente a me superiore (ma dove, quando, perché?), per le piccole insolenze quotidiane di persone maleducate e senza grazia – dal garzone all’impiegata delle poste.
Non “devo” piacere a nessuno, non è più importante. E sai che c’è? Mi sembra di vivere in un sogno, mi sento improvvisamente libera e leggera, completamente nuova.
A due mesi dal mio esperimento eccomi pronta a farne un primo bilancio:
sono diminuite drasticamente le chiamate non gradite, con proporzionale guadagno di tempo restituito al mio governo. Ho smesso di rimuginare sulle risposte non date a chi non è cortese con me: parole semplici espresse con chiarezza, e non senza qualche sfizio, tipo: “Sa che era tanto che non incontravo una persona come lei, intendo sgradevole come lei?” oppure: “Non vedo in lei nemmeno l’ombra di quella professionalità che mi aspetterei”.
Infine, nel lavoro, la mia nuova attitudine ha generato forme di inaspettato rispetto. Calata vertiginosamente la richiesta di favori, di lavoro extra, di confidenze non richieste. Una pacchia. E finalmente rido di gusto e riconosco a distanza chi fa buon viso a cattivo gioco.
A due mesi dall’inizio di questo esperimento solo un pensiero mi ha tolto il buonumore: ma perché non l’ho fatto prima?
Provate a rispondere, a vostro rischio e pericolo. C’è il caso che vi caschi quel sorriso dalla faccia.
(Francesca C.)

Lascia un commento

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin

Gli ultimi POST

Le rubriche

Mondo Pop
Donne
come noi
La bottega
delle parole
Parola
d'autore
A voce
alta

Resta aggiornato


    Instagram feed

    Promo Speciale

    Spedizione Gratuita

    T-SHIRT IN OMAGGIO