21

Ditelo a tutte: c’è uno strumento in più contro il Revenge Porn. Chi teme che le proprie immagini intime vengano condivise senza consenso potrà rivolgersi al Garante della Privacy alla pagina www.gpdp.it/revengeporn: nel modulo si può segnalare il link per caricare le immagini, che il programma renderà irriconoscibili.
È una buona notizia: infatti, a gettare nella disperazione le vittime è proprio il fatto che foto e video che finiscono sul Web non possano più essere cancellati.
Ma questo nuovo strumento è un secchiello per raccogliere il mare: bisogna prevenire, non curare. Sì, ma come?
È il compito che si danno tre donne, diverse tra loro, che l’abile scrittrice Maria Tina Bruno fa incontrare a Creta, nel romanzo “La turista italiana”.
Claudia, insicura e vivace, trascorre il tempo a combattere contro i propri mulini a vento, ponendosi obiettivi irraggiungibili per poterne uscire sconfitta e frustrata, a riprova della sua proverbiale incapacità di riuscire ad affrontare un’impresa con successo: “Se anche mi dessero una vita nuova ogni giorno, io le sbaglierei tutte”.
Aida, donna di grande intelligenza, fuorviata dalla propria bellezza che con il tempo è svanita, non riesce a rinunciare all’idea che ha di sé, anche a discapito della saggezza che la vita le ha donato in cambio della sua avvenenza.
E infine la giovane Claudette, disinibita fin quasi a sconfinare nell’esibizionismo, impermeabile alle opinioni altrui, ma anche alle proprie esigenze emotive, finita, grazie a un video intimo condiviso in Rete, al centro dell’attenzione di tutto il paese. Non che la cosa la turbi più di tanto, ma capisce che il meccanismo è perverso, e può distruggere la vita di chiunque.
Tre donne fragili ma ostinate, che si alleano tra loro per combattere il fenomeno odioso della condivisione non consensuale di immagini. Senza moralismi e falsi pudori, lasciando a ciascuno la libertà di vivere la propria sessualità: fallo con chi vuoi, come vuoi, ma non farti mai riprendere in viso.
E per rendere virale questa alleanza tra donne, è nata la pagina Facebook e Instagram “ @donnenonfacciamoloinrete ”: uno spazio in cui confrontarsi liberamente. Anche questo, ditelo a tutte.

Lascia un commento

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin

Gli ultimi POST

Le rubriche

Mondo Pop
Donne
come noi
La bottega
delle parole
Parola
d'autore
A voce
alta

Resta aggiornato


    Instagram feed