169

Poco più di un mese fa a Brescia una ragazzina di origini egiziane è stata picchiata brutalmente dal padre per aver pubblicato dei video su TikTok con i capelli sciolti e senza il tradizionale velo islamico.
Quando leggiamo queste notizie, specialmente se avvengono in Italia, e più precisamente nel Nord industrializzato, ci pare quasi di aprire una finestra che affaccia su uno scorcio di Medioevo.
Eppure non è così.
In gran parte del mondo tuttora le donne vengono segregate, punite, ripudiate, obbligate dal potere maschile a indossare hijab o burqa.
Ed è quel che viene raccontato nel libro “La mia patria sono io” di J.H. Yasmin, una scrittrice italo-egiziana, esattamente come la ragazzina che vive a Brescia.
Yasmin però ci parla dall’altra sponda del Mediterraneo.
Per tentare di incrinare le arretratezze patriarcali dell’Egitto ha deciso di raccogliere le storie vere di nove donne egiziane che testimoniano i molti abusi subiti, tra dettami religiosi, cieca obbedienza a marito e suocera, divieto di proseguire negli studi, segregazioni domestiche, ripudio.
Le nove protagoniste hanno scelto con coraggio di condividere con il lettore le loro esperienze nella speranza di cambiare la mentalità collettiva: perché non può essere il sacrificio di ogni singola donna a modificare tradizioni antichissime.
Una di queste storie è quella di Marwa, cresciuta in Francia e obbligata dal padre a trasferirsi al Cairo prima del compimento dei diciotto anni per sposare un musulmano.
Abituata ai costumi occidentali, l’impatto di Marwa con l’Egitto è traumatico.
La ragazza nei primi giorni trascorsi al Cairo gira per le strade con i lunghi capelli sciolti, fin quando verrà aggredita su un autobus da una donna che le taglia una ciocca per punirla del suo comportamento oltraggioso.
Perché i capelli, da sempre considerati da religioni e tradizioni come il più potente mezzo di seduzione femminile, sono da nascondere a ogni costo, e quel che sta accadendo in Iran ne è l’ulteriore riprova.
“La mia patria sono io” è un libro utilissimo per capire come le donne che per secoli hanno sopportato i soprusi di culture patriarcali stiano finalmente ribellandosi.

Lascia un commento

Condividi:

Gli ultimi POST

Le rubriche

Mondo Pop
Donne
come noi
La bottega
delle parole
Parola
d'autore
A voce
alta

Resta aggiornato

Instagram feed

Promo Speciale

Spedizione Gratuita

Shopper IN OMAGGIO