A volte mi calmo

“Ma come ti è venuto in mente di non amarmi più? Io ero lì che ti sognavo tutte le notti e tutte le notti nei miei sogni tu eri felice.” Un amore stupito. Disatteso. Spaventato. Le domande che pulsano ossessive nella mente sino a fermare il tempo. Due autrici, due sguardi appassionati, una sola voce per raccontare l’incredulità e lo sperdimento del ritrovarsi all’improvviso soli. 63 giorni per sopravvivere a un doloroso abbandono. 63 ritratti per riscoprire dentro di sé il potere di un’ostinata, invincibile tenerezza. 63 cartoline di parole e illustrazioni da ritagliare, appendere, comporre e ricomporre per creare un paesaggio emotivo personale e sempre nuovo. Un emozionato tributo all’indistruttibile fragilità umana. Anita Docile , autrice di testi teatrali e racconti brevi, con devozione si dedica alla scrittura sin dalla giovinezza. Nonostante i ripetuti abbandoni che hanno costellato la sua vita, gode di una salute sentimentale ferrea. Crede fortemente nella tenerezza, propria e altrui, nel coraggio dell’amore, illuso e disilluso, nella capacità di resistere, e insistere, grazie a una robusta dose di autoironia. Pur avendo trascorso molti anni a Milano, vive e sopravvive entusiasticamente a qualunque disavventura, amorosa e non. Catherina Romanelli , in arte CAT, è nata a Montevideo, in Uruguay, nel 1976. È artista visuale, viaggiatrice, sognatrice e madre. La sua produzione artistica ricorre a diverse tecniche e strumenti espressivi, spaziando tra poesia, musica, installazioni, performance, video, illustrazione e pittura. Quasi tutte le sue opere esplorano, in modo appassionato e catartico, le molteplici emozioni e sfumature dell’universo femminile. I suoi lavori sono stati esposti in Uruguay, Argentina, Cile, Brasile, Spagna, Messico, Stati Uniti e Cina. ISBN 978-88-944211-1-8 9 7 8 8 8 9 4 4 2 1118 m 25,00

RkJQdWJsaXNoZXIy MTE3NTA0