13

Per la nostra rubrica, interamente dedicata a tutti gli scrittori del socio-cosmo, oggi vi presentiamo il testo di Gianfranco Peruzzi.

Continuate ad inviarci le vostre creazioni e noi continueremo a darvi voce!

 

La teoria degli opposti

Per Giulia il punto non era tanto provare un sentimento, il punto era accettarlo, viverci insieme lasciando che fosse parte integrante di se stessa.

I graffi nel viso si erano rimarginati, ma quelli nel cuore continuavano a sanguinare e lei non aveva alcuna intenzione di cancellarli.

Le sofferenze accumulate da una relazione tossica le creavano il rifiuto a mostrare emozioni e stati d’animo, eppure l’armatura iniziava a scricchiolare. «T’interessi a me, ma io ho ancora tanto dolore. Il dolore non scorre come l’acqua, il dolore si stratifica, solidifica, diventa ossa, muscoli, sangue, persona. Il dolore non sente freddo o caldo, fame o sete, il dolore vive del dolore perché non conosce altro. Sono stata quello che lui ha preteso, amante, sorella, amica, estranea e mai, mai cosa davvero volessi essere: una donna.»

 

0 0 vote
Article Rating
Sottoscrizione
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin

Gli ultimi POST

Le rubriche

Mondo Pop
Donne
come noi
La bottega
delle parole
Parola
d'autore
A voce
alta

Resta aggiornato


    Instagram feed

    0
    Lascia un tuo commentox
    ()
    x
    Promo Speciale

    Spedizione Gratuita