32

Per la nostra rubrica, interamente dedicata a tutti gli scrittori del socio-cosmo, oggi vi presentiamo il testo di Tommaso Valentini.

Continuate ad inviarci le vostre creazioni e noi continueremo a darvi voce!

La notte annega. Mi si spalma sulla pelle e non va più via. Mi guardo, la guardo. C’è silenzio nel vento fin su al cielo. I pianti della città sono graffi di piacere. Steccano nel vuoto poi si spengono. Lecco come un cane il sangue immobile. È delitto contro me stesso. È ferro, è ghiaccio. È piacevole stare al fresco.

 

Lascia un commento

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin

Gli ultimi POST

Le rubriche

Mondo Pop
Donne
come noi
La bottega
delle parole
Parola
d'autore
A voce
alta

Resta aggiornato


    Instagram feed

    Promo Speciale

    Spedizione Gratuita

    Shopper IN OMAGGIO