5

Per la nostra rubrica, interamente dedicata a tutti gli scrittori del socio-cosmo, oggi vi presentiamo il testo di Ilaria Nassa.

Continuate ad inviarci le vostre creazioni e noi continueremo a darvi voce!

 

Questa è la vita

Sto tornando a casa, nella mia nuova casa.

Chissà quante ne cambierò. Ne ho cambiate cinque in questi tre anni. Cinque nuove case e tante persone nuove. Non sono mai stata brava con le persone, questo lo penso io. Gli altri mi dicono che sono simpatica, carina. Io mi sento a disagio. A volte dico cose sbagliate, arranco. È che mi vergogno, ma vorrei essere estroversa. E’ che sono la luna e vorrei essere il sole.

Entro in casa. È buia. Non è ancora rientrato nessuno. Nella mia stanza ci sono circa duecento libri. Nella mia testa ce ne sono molti di più. Mi sdraio sul letto senza togliermi il cappotto. È azzurro, come il cielo.

Mi dicono che ho la testa sempre china sui libri. Fu mia sorella maggiore la prima a dirmelo. “Ilaria, vivi.” Eppure, io viva mi ci sento. Quando tocco la carta ruvida e mi immergo nell’inchiostro nero delle parole, mi sembra di vivere in modo più intenso che mai. “Ilaria, non siamo in un libro. Questa è la vita,” mi dicono. Be’, non importa. Lasciatemi qui dentro. È qui che voglio stare. Non ho mai desiderato vivere la vita, la vostra vita. Mi piace la mia, le mie centomila vite che iniziano sempre sfogliando la cellulosa compatta.

 

 

Lascia un commento

Condividi:

Gli ultimi POST

Le rubriche

Mondo Pop
Donne
come noi
La bottega
delle parole
Parola
d'autore
A voce
alta

Resta aggiornato


    [anr_nocaptcha g-recaptcha-response]

    Instagram feed

    Promo Speciale

    Spedizione Gratuita

    Shopper IN OMAGGIO