55

Per la nostra rubrica, interamente dedicata a tutti gli scrittori del socio-cosmo, oggi vi presentiamo il testo di Pia.
Continuate ad inviarci le vostre creazioni e noi continueremo a darvi voce!

 

Ritorneremo a guardarci negli occhi ma non saranno più i nostri occhi, saranno cambiati e segnati. Anacronistici saranno gli spiriti che, tornati ad assaporare i veri valori, si sentiranno inadatti e fuori luogo in un presente egoista e specioso, che ripetutamente grida e non ascolta.
C’è voluta una pandemia per farci apprezzare le umili cose della vita, una disamina dell’anima. C’è voluto il tetto delle case e la conseguente reclusione a ricordarci un po’ di unione. Ciò che ci ha segnato in realtà ci ha insegnato. Ricordiamocelo quando ritorneremo ad assaporare la brezza libertina, quando tutto ciò ci avrà insegnato che in fondo non esistono le diversità, che siamo tutti uguali dinanzi alla morte. Ricordiamocelo bene quando finirà questa cupa mezzanotte.

 

Lascia un commento

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin

Gli ultimi POST

Le rubriche

Mondo Pop
Donne
come noi
La bottega
delle parole
Parola
d'autore
A voce
alta

Resta aggiornato


    Instagram feed

    Promo Speciale

    Spedizione Gratuita

    T-SHIRT IN OMAGGIO